Raffrescamento passivo; Non esistono solo i climatizzatori

Con l’arrivo della stagione estiva il problema “condizionatori” torna all’ordine del giorno e con esso anche le relative problematiche riguardanti la rete elettrica soprattutto nelle zone turistiche dove edifici residenziali e alberghieri sono causa spesso di black-out.

Esistono però delle strategie alternative che permettono un raffreddamento passivo di un edificio. I sistemi solari passivi sono tecnologie applicate al costruito, impiegate al fine di regolare gli scambi tra esterno ed interno dell’edificio facendo uso della radiazione solare come fonte energetica e sfruttando come elementi captanti e di accumulo, componenti edilizi sia d’involucro, esterni che interni.

Essenziali a tali sistemi sono:

  • i collettori; elementi situati nelle facciate tipicamente a sud e sulle coperture che esposte alla radiazione solare che penetra dalla superficie trasparente la convertono in calore
  • le masse di accumulo, con il compito di immagazzinare calore e a ricederlo in assenza di sole
  • i componenti di controllo, che regolano il funzionamento dei sistemi solari passivi nel ciclo giornaliero giorno/notte.

Nel periodo estivo però il nostro bisogno è raffreddare l’edificio e per ottenere ciò si possono utilizzare le seguenti tecniche:

  • Il controllo termico, che si attua con esecutività progettuali di azione atte a respingere il calore proveniente dall’esterno prima che raggiunga lo spazio da climatizzare, oppure mirate a ridurre la quantità di calore prodotto all’interno di un edificio
  • Il raffrescamento dissipativo o naturale, che mira a dissipare il calore in eccesso, tramite l’uso di pozzi termici naturali.

 

Tali strategie sono attuabili tramite l’uso di tecniche di raffreddamento naturali in funzione del pozzo termico utilizzato:

  • raffrescamento geotermico
  • raffrescamento evaporativo
  • raffrescamento microclimatico
  • raffrescamento radiativo

 

E’ da sottolineare inoltre che queste tecniche di raffreddamento necessitano di un supporto progettuale dell’edificio, le finestrature devono infatti essere concepite come una sorgente sia di calore che di luce, quindi i concetti base dell’edilizia tradizionale per la determinazione delle dimensioni e della posizione delle finestre devono essere studiate appositamente. Ad esempio potrebbero essere funzionali l’utilizzo di una parete Tromba o del sistema Barra-Costantini per non avere una eccessiva illuminazione.

muro-di-trombe

La prerogativa del raffrescamento passivo è quella di intraprendere un percorso che ha un bilancio termico in condizioni involucrate, tipico dell’inverno e quindi comunque semplificabile con un dentro protetto dal fuori; nel caso dell’estate, viceversa introduce un meccanismo di relazione, di traspirabilità, tipico di una pelle scoperta che se da un lato deve essere protetta dal sole, allo stesso tempo possiamo valorizzare grazie all’esposizione.

L’obbiettivo rimane quello di creare un edificio dove grazie alla ventilazione naturale, la schermatura e all’espulsione del calore indesiderato, attraverso dissipatori di calore ambientali (anche per mezzo di serpentine di scambio o scambiatori termici) si riesca ad ottenere un raffrescamento naturale. L’utilizzo di condotte d’aria interrate, di camini solari, di una buona massa termica, di una ventilazione indotta, di protezioni dall’irraggiamento diretto e di sistemi per la deumidificazione o per l’evaporazione dell’acqua sono la base per ottenere un edificio passivo.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in generalità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...