Formazione professionale Radical Sustainability 2.0

Per chi non lo sapesse il progetto Radical Sustainability è un progetto che vede Puntokli direttamente impegnata nella attività di formazione all’interno degli istituti tecnici. Alla seconda edizione di questo progetto i ragazzi hanno accettato la sfida di imparare una nuova filosofia di progettazione che si sta diffondendo sempre più, Building Information Modeling(BIM). Tale filosofia progettuale mira alla digitalizzazione dei processi edilizi al fine di poter massimizzare la qualità negli edifici minimizzando gli errori, gli sprechi e i conflitti dovuti all’interscambio delle informazioni tra i vari soggetti coinvolti nel processo produttivo di un organismo edilizio. La digitalizzazione dei processi è un’attività assai complessa ma non impossibile perciò si è scelto di introdurre i ragazzi in questo mondo attraverso la progettazione  architettonica  3D con un software BIM (Revit Autodesk ®). Purtroppo nel terzo millennio troppo spesso ci si affida ai software per progettare elementi di cui non si conosce la natura. Puntokli crede fermamente che i software debbano essere soltanto uno strumento per progettare, calcolare e visualizzare il sistema edificio o qualsiasi parte di esso, quindi viene sempre chiesto ai ragazzi un’analisi critica dei risultati che ottengono. Per aumentare ancora la consapevolezza di ciò che si progetta a livello didattico Puntokli grazie ai suoi partner porta i ragazzi del progetto RS anche in cantiere. Infatti con l’importante contributo di Evologica -partner Puntokli- i ragazzi del progetto RS hanno avuto la possibilità di visitare un cantiere di un organismo edilizio residenziale ad alta efficienza energetica e a basso impatto ambientale. Questa volta però tale evento formativo è stato aperto grazie alla disponibilità di Evologica anche ad alcuni studenti del liceo classico E. Montale e i loro ospiti finlandesi, coinvolti in un progetto europeo di interscambio culturale, al termine del quale, dovranno presentare una relazione sui principi dell’edilizia sostenibile. Durante la visita gli studenti hanno potuto interloquire in prima persona con gli esperti e toccare con mano le soluzioni tecniche adottate in una costruzione NZEB in x-lam isolata con lana di roccia e fibra di legno in copertura.

Un sentito grazie ad Evologica per la disponibilità e competenza messa a disposizione dei tecnici di domani, al fine di contribuire il più possibile alla diffusione della cultura del risparmio energetico e della costruzione di qualità.

 

 

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in generalità e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...